Category : classici

VW-Porsche 914/8 (1969): La storia dei dimenticati “muscle car” Ferdinand Piëch

il Porsche 914 Egli è stato sempre considerato un emarginato da Porsche. Molto più che la Porsche 924, il cui sviluppo è stato condiviso con la parte di Audi. No, la Porsche 914 è nato come un vero e proprio progetto condiviso con Volkswagen a metà degli anni '60 la Volkswagen ha voluto una sostituzione per la Karmann Ghia-e Porsche uno sport sotto la Porsche 912. Sviluppo iniziato come un accordo verbale tra le due società, ma la morte di direttore di Volkswagen modificato sostanzialmente il progetto.

La 914 non è considerato una Porsche pura dal Zuffenhausen. Lo chiamano VW-Porsche 914.

Heinz Nordhoff ha avuto legami con la famiglia Porsche, ma non il suo sostituto. Porsche ha perso il suo partner nel progetto, ma ha continuato lo sviluppo, che aveva già investito non poche risorse. La Porsche 914 ha finito per essere un più potente macchina prestacional, con una versione a sei cilindri in cui è stato montato il 2,0 litro Porsche 912, sul quale doveva essere seguito. Un posizionamento confuso e stimma di collaborazione con Volkswagen trasformato il 914 in un paria.

sviluppo del telaio Porsche 914 - Porsche ancora oggi chiamato VW-Porsche 914 nei suoi materiali ufficiali - è stato il lavoro di Ferdinand Piëch tale. Lo stesso anche eseguito il programma Porsche Rennsport, che decenni più tardi sarebbe stabilire il suo particolare stile di comando al vertice del Gruppo Volkswagen. La specialità di Piech ha competizione sportiva, dove Porsche aveva già una vasta esperienza nelle applicazioni di motore centrale. La Porsche 906 e 908 sono state le loro macchine più competitive, spazzando circuiti di tutto il mondo.

Con il suo motore boxer a otto cilindri, è stato nominato da Ferdinand Piëch 914/8. Solo due unità sono state costruite.

Ferdinand Piëch è stato il nipote di Ferry Porsche, honcho della società tedesca al momento. Come capo dello sviluppo del progetto 914 e capo del programma del concorso, dire che Piëch aveva abbastanza margine di manovra per fare e disfare. Ha deciso che era una buona idea installazione di un boxer motore a otto cilindri, 3.0 dello stesso 300 CV Porsche 908 corsa sotto il cofano della Porsche 914. Il potere è andato giù da un cambio 916, molto più avanzata rispetto alla Porsche 914/6.

Peso di una tonnellata, si trattava di una macchina estremamente veloce. Costruito intorno a un telaio - numero 914-111 - senza prototipo di motore di pre-produzione, ha avuto elementi estetici unici, come fari anteriori a doppia ottica a scomparsa. Un'apertura è stata fatta nel paraurti anteriore per radiatore olio motore. Il tetto apribile è stata abolita e i passaruota posteriori sono stati ampliati. Ferdinand Piëch dire era innamorato con la macchina, e ha cercato di convincere Ferry Porsche che fabricasen in serie.

Piëch non convince massa Ferry Porsche produrre 914 8 cilindri. Sarebbe Sid il più potente Porsche strada.

Il suo modo di convincente attraversò di costruirgli un'altra macchina - numero di telaio 914-106 - che ha dato il 20 Giu 1969 in occasione del suo 60 ° compleanno. Era il secondo di due sole unità prodotte, e, purtroppo, Ferry Porsche non piaceva l'idea. La sua Porsche 914/8 era diverso da Ferdinand Piëch. L'arancia era suo nipote, la sua era d'argento e aveva una produzione molto più raffinato quasi finito. Il tetto aveva nuovi saldature, esteticamente apprezzato le stesse escamoteables ottici Piëch Porsche 914/8.

Ha usato lo stesso motore a otto cilindri della Porsche 908, ma con un finale di potenza leggermente inferiore - 260 CV - con l'obiettivo di fare qualcosa di più gestibile per uso stradale. Ferry Porsche a Piëch ha ringraziato il regalo, ma subito lo donò al marchio museo, dopo solo provandolo. Malelingue dicono che un Piëch non si è seduto bene a questo rifiuto. Porsche lascerà presto a dirigere il marchio programma di ingegneria, aumentando gradualmente le loro responsabilità e il potere di Ingolstadt.

Fonte: MotoIQ
In Diariomotor:

Top Secret Porsche 989, Panamera avanti del suo tempoE 'stato negli anni '80, e il successo della Porsche Porsche 928 ha reso sollevato ...
Esperimenti con la 16 cilindri: la storia della Porsche 917 che non è mai circuitiGli anni '70 sono stati per cominciare, e Porsche goduto di un grande successo ...


Qual è stata la fantastica fari a scomparsa 80 e 90?

Quando è stata l'ultima volta che hai visto una macchina con fari a scomparsa? Ricordo piccoli - fine degli anni '80 e primi anni '90 - era ossessionato con questi fari. Sembrava magicamente al cofano di una macchina lasciare quelle luci come pintonas. Un vicino di casa aveva una Ford Probe e sempre ci ha dato le luci, lasciando i bambini gawking nel quartiere. E oggi, non una sola auto trasporta fari a scomparsa come standard. Cosa è successo a quelle fantastiche fari, le icone degli anni '80 e '90?

Qual è l'origine dei proiettori occultabili?

La prima macchina di produzione stava trasportando fari a scomparsa 1937 Cord 812.

L'idea alla base di fari a scomparsa non è la praticità, anche se alcuni potrebbero sostenere che i loro cristalli sono protetti quando non sono in - contro ciò che tutto può essere discusso. Ma in realtà tutti sono svantaggi: portano motori elettrici da impiegare, con conseguenti danni in peso ed affidabilità, e sono come aerodinamica come un mattone. Ma sai una cosa? Non importa, perché sono una delle soluzioni estetiche più belle e interessanti per essere utilizzato nella storia dell'automobile.

Qual è stata la fantastica fari a scomparsa 80 e 90?

Cord 812 Era il 1937 la prima vettura ad essere equipaggiata fari a scomparsa. Erano primitivi: dovevano essere azionato manualmente con una leva dall'interno dell'abitacolo. Tuttavia, hanno permesso la bella cavo anteriore restano liberi di dossi. La concept car Buick Y-Job e in anteprima 1938 proiettori occultabili alimentati da due piccoli motori elettrici. Questa soluzione è stata che è stata usata per un decennio, a cui fa misteriosamente - o no - sono scomparsi.

Pensate a qualsiasi vettura sportiva 80 e 90, senza fari a scomparsa. E 'quasi inconcepibile.

Durante gli anni '50 e '60, proiettori occultabili erano una soluzione eccellente per i progettisti. Egli è in grado di nascondere le luci ha permesso loro di giocare con la progettazione di una forma finora sconosciuta. Hanno giocato per creare calandre chiusi nei fari erano completamente invisibileQuesto è il caso della fine degli anni '60 Dodge Charger o alcuni Lincoln Continental anni '70 ma la vera esplosione di popolarità erano gli anni '80 e '90 del secolo scorso. Che cosa è successo?

Qual è stata la fantastica fari a scomparsa 80 e 90?

Quello che è successo è che gli Stati Uniti governati una politica in cui l'altezza minima a cui sarebbero stati installati i fari rosa. Ciò ha costretto molti produttori a l'installazione di fari a scomparsa. Una soluzione semplice ed elegante che non implica la completa riprogettazione della parte anteriore della vettura. Durante gli anni '80 e '90, sembrava che tutto lo sport deve avere queste luci fantastiche. Nessuno è sbarazzato di loro: si pensi alla MX-5 Mazda, Chevrolet Corvette, Volvo 480, la Ferrari Testarossa, BMW Serie 8 ...

Non è mai così emozionante vedere le luci delle auto come allora.

La lista è così lunga che si possa fare un articolo solamente con vetture che hanno portato fari a scomparsa. Quasi tutti erano dello stesso tipo - a forma di cuneo, nascondendo il pieno e semplicemente aver ruotato - ma alcuni produttori utilizzato soluzioni originali. Porsche non ha nascosto i fari 928 con una copertura di plastica, che altrimenti ha funzionato come tutti. L'Alfa Romeo Montreal nascosto una piccola parte dei suoi fari e macchine come Cizeta V16T-Moroder aveva quattro fari a scomparsa.

Qual è stata la fantastica fari a scomparsa 80 e 90?

C'era anche alcune moto - come alcuni Suzuki Katana negli anni ottanta - che fari a scomparsa installati, ma come soluzione puramente estetica senza seguire alcuna ragione aerodinamica o regolamentare.

Tallone d'Achille: la sicurezza viene colpito e l'aerodinamica

proiettori occultabili non sono illegali, ma sono semplicemente nefasto viene colpito un pedone.

Che fine hanno fatto i fari a scomparsa? Oggi, non un singolo vendite di auto nuove equipaggia. Ma è più, nessuna macchina equipaggia di serie da 11 anni fa. La causa della sua improvvisa scomparsa è stata l'introduzione alla fine degli anni 90 del primo norme di protezione dei pedoni è colpito. L'urto che questi fari sono sul fronte di qualsiasi auto che si scontra frontalmente con norme di protezione installati firmati dall'industria automobilistica.

Qual è stata la fantastica fari a scomparsa 80 e 90?

L'abbandono di questi fari è stata volontaria dal nessun produttore voleva una macchina con una cattiva valutazione di protezione dei pedoni in caso di incidente. In tempi fissata anche su aerodinamica una luce occultabile è un'efficienza taglio manicotto. Ha detto che la Ford Probe è stata ridotta la velocità massima superiore a 10 km / h ed i fari a scomparsa distribuiti. In ogni caso, sono stati relegati al passato e non sembra di tornare presto per nuove auto.

Le più recenti vetture di produzione di massa per dotare fari a scomparsa sono stati la Lotus Esprit e C5 Corvette Chevrolet.

Le più recenti vetture di produzione di massa per dotare fari a scomparsa sono stati la Lotus Esprit e C5 Corvette Chevrolet. Entrambi concluso la produzione nel 2004. Dalla fine degli anni '90 ci fu un progressivo abbandono dei proiettori occultabili. Il XXI secolo si è conclusa definitivamente con questa tecnologia. La struttura in stile nascosto Dodge Charger fari non ha parlato da decenni, ma non vedo perché non potevano tornare a vedere le auto con i fari nascosti. Anche se doveva avere una striscia di diurna LED esterno.

Qual è stata la fantastica fari a scomparsa 80 e 90?

Saranno in grado di restituire le lampade a scomparsa?

Temo che la risposta è no. Per diversi motivi. In primo luogo, le norme di sicurezza dei pedoni è colpito continuerà ad indurirsi, non molli. Un proiettore retrattile sicuro per i pedoni è colpiti è così difficile - leasing costoso - a produrre come fare un luau in pieno Artico. In secondo luogo, proiettori a LED e le dimensioni compatte permettono molte possibilità di design ed eliminano la necessità per i fari a scomparsa per raggiungere quelli davanti stilizzata di un tempo.

In Diariomotor: 9 motivi per cui amo (e odio contemporaneamente) i fari a LED

Qual è stata la fantastica fari a scomparsa 80 e 90?


Otto ragioni per cui la Mercedes 600 Mercedes è il migliore di tutti i tempi

Non c'è mai stato meglio di Mercedes 600, e forse non lo sarà mai. La Mercedes 600 "Grosser" era una berlina di rappresentanza - e vero lusso Super - costruito da Mercedes tra il 1963 e il 1981. Solo 2.677 copie sono state costruite a mano, un livello di qualità che fa beffe di qualsiasi veicolo attuale. 600 storia è poco conosciuto, ma sono meno noti i motivi per cui la Mercedes 600 è la migliore Mercedes mai costruito e merita un posto d'onore negli annali della storia automobilistica.

1) Tutto è idraulico sulla Mercedes 600

Le finestre hanno un funzionamento variabile può essere chiuso velocemente la spinta più forte il pulsante.

sistemi idraulici che impiegano un fluido pressurizzato - simile all'olio - di operare con elementi meccanici ad alta potenza, oltre a molto agevolmente. Sembra una questione di logica che i migliori Mercedes di tutti i tempi impiegati un sistema idraulico pressurizzato a 220 bar per tutti gli elementi di azionamento. E quando dico tutti, dico sul serio. La sua sospensione pneumatica è alimentato dal sistema idraulico senza andare oltre.

Le finestre non sono elettriche, sono idraulici. Il portellone non può essere chiusa manualmente, è idraulico. La regolazione del sedile non è potere è idraulica. Come il tetto apribile, prese di ventilazione per il passeggero o chiusura delle porte. Il sistema idraulico è sorprendentemente affidabile se questo corretta manutenzione (che significa non confondere il vostro fluido speciale trasmissione di liquidi), e gestisce quasi in silenzio incredibilmente magico.

2) E 'stato progettato e costruito senza pensare ai costi

E 'stata una vettura costruita per durare e resistere a tutti i tipi di sollecitazioni meccaniche.

La Mercedes 600 - soprannominato "Grosser" - è stato progettato nei primi anni '60, ed i primi modelli sono stati venduti nel 1963. Nella sua produzione non viene risparmiato un solo marchio tedesco. Mentre un completo restauro può raggiungere sette figure, in gran parte dovuto al suo sistema idraulico complesso, è sorprendente che nessuna unità è caduto preda di ruggine. Suo corpo in acciaio era di altissima qualità e il suo telaio rigido come un Mercedes 300, al momento, nel suo complesso. Non era una vettura leggera con precisione.

Il peso a vuoto della versione a passo corto era già 2.600 kg, con una lunghezza non inferiore a 5,45 metri. motore ad iniezione usati e la meccanica. Chiamato M100, Si tratta di un V8 da 6,3 litri, che all'epoca si stava sviluppando 250 CV, Essi passano le ruote posteriori attraverso un cambio automatico quattro rapporti. Se correttamente gestito, è stato un straordinariamente affidabile, in grado di offrire ai suoi passeggeri il comfort che non aveva nulla da invidiare a un auto Rolls-Royce.

3) Se non stai attento, la Mercedes 600 può davvero male

L'intera macchina è circondato da linee idrauliche ad alta pressione. Dovrebbe mantenere correttamente loro.

Il sistema idraulico 600 opera per Mercedes pressurizzare un fluido speciale a 220 bar. Una rottura di una linea idraulica nelle finestre pulsanti è come un coltello per il dito. Queste finestre possono anche uccidere voi: la vostra velocità di upload è variabile - dipende da quanto duramente si preme il pulsante - e può chiusa con forza sufficiente a rompere il collo di un adulto. Il sistema idraulico è molto potente e spietato. E sembra che la sua strada non è una coincidenza.

Molti proprietari commissionato nelle zone di conflitto versioni blindate, e potrebbero dover chiudere le finestre in fretta. Qualcosa di simile accade con il portellone. Se si tenta di chiudere manualmente è possibile piegare le cerniere di armi (la preparazione del portafoglio per la riparazione), ma meglio allontanarsi quando si preme il pulsante per chiudere. Oltre a chiudere molto rapidamente, il sistema idraulico fornisce una forza sufficiente a rompere il braccio o tutte le dita della mano.

4) Il corno Mercedes 600 smetta di ridicolizzare una nave mercantile

E 'un fatto poco noto che la Mercedes 600 ha due corna. O meglio, un corno con due "velocità". Nella sua modalità standard è un corno come qualsiasi altra macchina. Nel suo più potente modo - che si attiva semplicemente premendo un selettore - un alto potere tromba d'aria è attivato. E 'il più potente corno serie mai installato in una produzione di autovetture e potenzialmente rivaleggiare quelli installati sui camion. Perché il proprietario di una Mercedes 600 è qualcuno che vuole sottolineare.

5) è stata la vettura preferita da celebrità, capi di stato africani e dittatori

dittatori africani, capi di stato, Jeremy Clarkson o Jay Leno. Tutti gli amanti di Mercedes "Grosser".

Per il suo prezzo - $ 20.000 in 1963 negli Stati Uniti, 10-15 volte di più di un turismo convenzionale - ed esclusività, era una vettura che solo celebrità e autorità potevano permettersi. Nelle sue versioni e versioni Pullman Landaulet lunga battaglia, era il favorito di molti capi di stato in visita ufficiale o display militari auto. È interessante notare che si trattava di una vettura che è caduto a favore dei dittatori di mezzo mondo. La Mercedes 600 era consideradon status symbol, soprattutto in Africa e in Medio Oriente.

Tra i suoi proprietari "illustri" erano Saddam Hussein, Fidel Castro, Mao Tse Tung e Kim Jong-il, padre della nostra amata "Grande Leader" della Corea del Nord. E 'stato anche l'auto preferita di stelle del cinema e della musica, per esempio: Elvis Presley, George Harrison, John Lennon, Hugh Hefner, Jay Kay - leader di Jamiroquai - e Jack Nicholson. Jeremy Clarkson possiede anche un'unità, e lo ritiene uno dei migliori auto che abbia mai avuto. Jay Leno è d'accordo con l'inglese.

6) riparazioni e manutenzione sono esorbitante

Il suo consumo medio è di circa 25 litri / 100 km, e tuttavia poco più di 200 km / h.

Anche se molto costoso, il suo completo restauro, non è molto più costoso rispetto alla sostituzione del materiale di consumo. Una routine può costare circa 20.000 euro, e supponendo alcuna necessità di sostituire qualsiasi elemento in una macchina con unità superiore a 50 anni in alcuni casi. Dobbiamo pagare più di 10.000 euro se sostituiamo i comandi degli alzacristalli elettrici. Su copie medie in vendita spesso richiede un investimento di € 40.000 - € 50.000 per verificare la configurazione. Non è per tutte le tasche.

7) Come una Rolls-Royce: è costruito a mano su richiesta

Mercedes stemma sulla parte anteriore è del 20% più grande di altri Mercedes del tempo.

La Mercedes 600 "Grosser" è stato prodotto in numero limitato, per quasi 20 anni. 2677 unità sono state prodotte tra il 1963 e il 1981, tutte costruite a mano in Germania per i migliori tecnici e artigiani da Mercedes. Anche se la macchina aveva un aspetto semplice, attenzione al dettaglio nella sua costruzione era ossessivo. Di tutte le unità 428 unità sono state costruite una lunga versioni di interasse, disponibili anche con il corpo di sei-porta. 41 unità sono state costruite schermati alto livello.

8) Il designer ha creato le migliori Mercedes e BMW negli anni '60 e '70

Il progettista della Mercedes 600 era Paul Bracq. Questo studio francese in Francia nello stesso momento in cui la Citroen DS è stato il culmine della modernità. Ben presto divenne il capo progettista della Mercedes, più il 600, la sua Rotring lasciò la Mercedes 280 SL "Pagoda", o preziosa W108 / 109, W111, W114 e / 115. Come consulente, ha progettato il treno francese ad alta velocità (TGV), prima di stabilirsi sotto il comando del BMW team di progettazione. BMW Penso che la prima Serie 3, 5 e 6, oltre alla BMW M1 e il radicale 2.002 turbo.

Fonte: C&D
In Diariomotor:

Uno sguardo alla unica Mercedes 600 Coupé prodottaIl nome Mercedes 600 può essere utilizzato in modo non corretto. Per molti potrebbe essere un altro Classe S ...

12 curiosità che vi farà vedere con occhi nuovi la Ferrari F40, l’antidoto italiano a Porsche 959

il Ferrari F40 E 'considerato da molti uno dei migliori Ferrari mai creato. Nato come antidoto italiana alla Porsche 959, sotto l'ordine esplicito di Enzo Ferrari, "Il Commendatore" per creare la migliore supercar di tutti i tempi. Oggi ha uno status di mito e ogni volta che un'unità cambia di mano, è praticamente notizie. Stiamo per avere 12 curiosità che vi faranno vedere con altri occhi a questa macchina speciale. Se volete scoprire le curiosità di un altro mito, la McLaren F1, vieni qui e qui.

1) "La migliore supercar del pianeta"

La Ferrari F40 è stata l'ultima Ferrari di nascere sotto l'egida di Enzo Ferrari, che sarebbero morti in estate 1988. Il Commendatore ha dato l'ordine esprime i suoi ingegneri per creare la migliore supercar del momento. Se non fosse stato chiaro, segnato il destino con frasi lapidarie come sono:

"I nostri clienti si lamentano che abbiamo ammorbidito, produciamo automobili troppo comodo. La Ferrari F40 è stato creato per i nostri clienti più entusiasti, che chiedono solo prestazioni pure. Non è un laboratorio per il futuro come la Porsche 959. Non è Star Wars ".

"Non mi importa se i suoi pannelli della carrozzeria sono malato-montaggio e hanno grandi buchi. Voglio le tue guidatore preme l'acceleratore e cagare i pantaloni. "

2) Una produzione non è così limitata

Molti criticano l'abbondante produzione di Ferrari F40, considerando la supercar meno esclusivo di rivali come la Porsche 959. Ferrari aveva inizialmente lo scopo di costruire un 400-450 unità, ma il flusso di ordini resi riconsiderare la loro posizione e sfruttare questa interessante fonte di reddito. Non l'avidità ha rotto il sacco: 1.315 unità sono state costruite tra il 1987 e il 1992. Era una macchina creata con la concorrenza in mente, e le copie sono stati inseriti privatamente preparati da gara ufficialmente supportati.

3) Spartan, scomodo e ingovernabile nel giorno per giorno

Almeno aveva l'aria condizionata. Il suo basso isolamento ha reso la vostra guida un'esperienza calda.

Erano alcuni degli epiteti che hanno ricevuto la Ferrari F40 quando è stato lanciato e la stampa ha analizzato. non aveva servosterzo, stereo, vano portaoggetti, maniglie sulle porte o stuoie al suo interno. Il suo innesto è stato molto duro, la visibilità fuori puzzava ed era troppo improvvisa per la guida normale. Nel luglio 1995 la rivista americana Car & autista ha detto Ferrari F40 era un "mezz'ora di macchina". Dopo mezz'ora di guida si voleva una bevanda fresca e un sonnellino rinfrescante.

4) Una dieta dimagrante miracolosa

Solo due chili di vernice sono stati utilizzati nella carrozzeria della Ferrari F40, per risparmiare peso. In alcuni punti potevano percepire le fibre di kevlar.

La Ferrari F40 è stata presentata fin dall'inizio per un dieta miracolosa ricca di materiali esotici. pannelli di carrozzeria erano alluminio e Kevlar, con alcune parti in fibra di carbonio. telaio tubolare era l'acciaio, ma è stato rinforzato in alcuni punti con materiali compositi derivati ​​da F1. La Ferrari F40 aveva un peso in ordine di marcia di 1.100 kg in versioni europee. "Federalizing" Ferrari F40 US aggiunto circa 150 chili di peso per l'equazione - queste versioni sono meno quotate.

5) Le sue radici sono nel gruppo B

2.9 V8 biturbo con la Ferrari F40 in via di sviluppo 478 cavalli di potenza, che passò senza filtri la parte posteriore.

La Ferrari F40 Ha le sue radici nel tardo Gruppo B. Ferrari costruì un'evoluzione della Ferrari 288 GTO, al fine di partecipare alla competitiva Gruppo B rally. il Ferrari 288 GTO Evoluzione E 'venuto troppo tardi: nel 1986 i loro concorsi sono stati banditi e la Ferrari è stata incrociata con cinque unità complete sotto le braccia di cintura. La Ferrari F40 è praticamente una versione stradale della 288 GTO Evoluzione. Questo spiega in parte il suo sviluppo e la commercializzazione trattenne solo un anno da quando il progetto è iniziato.

6) Ogni dieci anni devono cambiare i loro serbatoi di carburante

serbatoi di carburante di Ferrari F40 - uno su ogni lato della vettura, con una capacità totale di 120 litri mostruosa - mescole di gomma erano nel caso di versioni europee. Erano essenzialmente a combustibile specifiche cellule della concorrenza. Essi devono essere sostituiti ogni 7-10 anni, e oneri una Ferrari 18.000 euro per il servizio. Ferrari F40 ha serbatoi convenzionali americana, in alluminio e manutenzione. Alcuni F40 europei hanno adottato.

7) La Ferrari F40 è e non è una vittima della speculazione

I loro prezzi sono un semplice aggiornamento della somma da pagare per l'auto nei primi anni '90.

Il prezzo al pubblico di US Ferrari F40 è stato di $ 399.150 nel 1990 - non ci sono dati consistenti dai suoi versioni europee - ma la maggior parte venditori alzato il loro prezzo a causa della grande richiesta. A quel tempo, una media di $ 800.000 l'unità è stato pagato. Oggi un'unità in perfette condizioni è di circa 1-1.300.000. Se consideriamo l'inflazione in 26 anni, la Ferrari F40 si è deprezzato rispetto al prezzo pagato molti nel 1990. Curioso.

8) Se il tuo cognome è Maradona, la vostra Ferrari F40 non deve essere Rosso Corsa

Il consenso ufficiale è che Ferrari F40 tutti coloro che ha lasciato il colore Maranello Rosso Corsa sono stati. Tuttavia, si ritiene che circa 12 unità sono state ufficialmente dipinte in un altro colore - la Pininfarina proprie delle ridipinto dopo la produzione. Almeno tre erano in bianco e uno di loro apparteneva a Diego Maradona. Corrado Ferlaino - presidente FC Napoli al momento - intervenne personalmente a Ferrari rispettare i desideri del giocatore. E 'stato inoltre stimato che 9 Ferrari F40 sono state dipinte in giallo.

9) è stata la prima vettura di serie a superare i 320 chilometri all'ora

La cifra suona più magico se parliamo in miglia orarie. La Ferrari F40 è stata la prima vettura di serie superare i 200 miglia per ora limite di velocità. E 'stato più veloce della Porsche 959 e almeno fino McLaren F1 e Bugatti EB110 è venuto sulla scena, conservato il suo titolo. Diverse pubblicazioni americane hanno cercato di replicare questo punto nella prova strumentato e ha raggiunto solo 317 chilometri all'ora, mentre Quattrorruote raggiunto nelle prove 325 km / h. le versioni da corsa LM ha raggiunto 368 chilometri all'ora.

10) potrebbe acquisire tre tipi di sedili

Senza raggiungere la fine della McLaren F1 - posizione di guida è stato personalizzato costruito e immobile dopo che la macchina - Ferrari F40 potrebbe encagarse tre tipi di sedili fabbrica. A seconda delle dimensioni del corpo e l'altezza del conducente avevano tre diverse dimensioni. Il suo piantone dello sterzo è facilmente regolabileEffettuare le regolazioni per la posizione del volante richiede strumenti e una certa conoscenza della meccanica della vettura. Tuttavia, non hanno mai lamentano una posizione di guida davvero sportiva sono stati emessi.

11) Anche se non è progettato per le corse, ha terminato l'esecuzione

La Ferrari F40 non ha partecipato intensamente, ma ha ricevuto un battesimo di fuoco. Nel 1989 ha prima gareggiato nella serie GT IMSA negli Stati Uniti - sotto la sua specifica LM - e la sua prima guadagnato un terzo posto dietro a due ruote motrici Audi 90 pilotato da Jean Alesi. E 'stata una scelta popolare per i piloti privati ​​nei campionati GT europei giapponesi e vari JGTC. Tuttavia, l'arrivo della McLaren F1 GTR relegati al fondo della griglia, e nel 1996.

12) La versione desiderata

Se abbiamo in programma speculatore, la versione più desiderato di un F40 Ferrari soddisfa le seguenti caratteristiche: Sarebbe un modello del 1987, uno dei primi 50 prodotta con finestra in plexiglass scorrevole - le altre unità hanno una vendita tradizionale. Come uno dei primi prodotti non sarebbero catalizzata, non fornirebbe sospensioni idrauliche regolabili. Allo stesso modo, le unità con guida a destra sono molto più prezioso per la sua scarsità. Questo è già un punto da notare.

Fonte: Mycarheaven | Jalopnik |
In Diariomotor:

Ultimo desiderio Enzo Ferrari, e la dichiarazione di intenti escatologica della Ferrari F40Enzo Ferrari era un uomo i cui appuntamenti riempirebbe un intero libro. Presto ...Questi vi mostrerà 30 curiosità che la McLaren F1 è stata la migliore supercar mai creato, prima parteEcco, l'ho detto. La McLaren F1 è a mio parere il migliore ...

Retrospettiva: Seat Fura Crono

Recentemente abbiamo parlato della prima generazione della Seat Ibiza e, più specificamente, la Seat Ibiza SXI, uno dei modelli che hanno reso comenzase sede sollevare il volo dopo aver rotto i rapporti con la Fiat. Tuttavia, il mondo della piccola e conveniente sport non era nuovo al marchio Martorell. Dopo il divorzio con Fiat, Sedile è stato costretto a ridisegnare la sua intera gamma di evitare somiglianze nella progettazione con le controparti Fiat e di esportare i propri modelli. Eppure, nei primi anni Ottanta Fiat e Seat volti sono stati visti in tribunale, fino a perdere la domanda Fiat.

In questo viaggio attraverso il deserto, e nonostante mantenendo la tecnologia italiana, la Seat Ritmo ha dato modo a Seat Ronda (un altro interessante Crono avendo motore versione 2.0 e 118 CV), la Panda avrebbe fatto lo stesso con Marbella e Seat 127 è diventata la Seat Fura. Partendo da un modello veterano come era la 127, la Seat Fura ricevuto modifiche esterne ed interne, diventando uno strumento puramente spagnola (con origini italiane), e anche se era un modello di transizione e la sua vita non era molto longeva, sì passare alla storia con una piccola sportiva come Seat Fura Crono.

Al di là il suo telaio e tutto base tecnica e meccanica, Seat Fura aveva poco a che fare con 127 occhio nudo, soprattutto per quanto riguarda gli esterni e gli interni. Nel 1982 ha lanciato sul mercato Seat Fura Crono. Certo pensare oggi in un modello sportivo con solo 75 CV Può darci qualche risata, ma al di là di questo dato, la Fura Crono potrebbe essere considerato una piccola utility con coloranti di sport, e il volantino che offre divertimento e un motore con carattere e il genio, quello che ha contribuito a cambio a cinque rapporti e brevi sviluppi.

Una personalizzazione esterna compresi paraurti e modanature laterali in plastica nera, fari antinebbia, spoiler posteriore sul cancello colori esterni molto appariscente e vivaci (rosso, nero o argento) o lega di 13 pollici, con pneumatici in 155/70 misure, al momento chiamato abbastanza attenzione. Per il suo motore è stato utilizzato per altalene quattro cilindri ampiamente noti in Fiat e Seat (come nella popolare 1430), con 1.438 cc e 75 CV in Fura Crono.

Grazie alle sue dimensioni ridotte e un peso a vuoto di soli 760 Kg, la Fura Crono potrebbe accelerare da 0 a 100 km / h in 10,8 secondi o raggiungere modesto 160 kmh. La sua vita è durata solo tre anni, finendo la sua carriera nel 1985, ma ancora lasciato qualche traccia nella memoria di molti. Ha inoltre partecipato al concorso nell'iniziazione Copa Fura, e oggi non sono troppi Seat Fura Crono rimanendo in circolazione e in buone condizioni, quindi è un classico recente molto interessante. Se volete maggiori informazioni vi consiglio di leggere il Seat Fura Crono test in Piel de Toro.

Fonte: Ran quando parcheggiò
In Diariomotor: Retrospettiva: Seat Ibiza SXI | Ottanta GTI: quei piccoli sport, ma teppisti (I)


Ford Anglia 105E, così è stato al centro degli anni ’60 di punta

Se si dovrebbe chiedere per la compatta Ford rischia di ricordarci sia di messa a fuoco, il modello attuale, e il suo predecessore, l'Escort; Dopo tutti questi sono stati i due modelli più popolari venduti da l'Ovale Blu in Europa nel corso degli ultimi cinque decenni. Tuttavia il successo della compatta Ford in Europa risale agli anni '60 e uno dei modelli più unici che sono esistite, il Ford Anglia, impareggiabile successo commerciale in quel momento Ha raggiunto il traguardo di oltre un milione di vendite.

L'originale Ford Anglia è nato nel 1939 come inizialmente progettato e assemblato da Ford nel Regno Unito e ha lanciato il modello in coincidenza con la dichiarazione di guerra da parte degli inglesi verso la Germania. Questa volta ci concentreremo su sua terza generazione (105E) presentata nel 1959. Che bel Ford Anglia cercando di coniugare il meglio del utilitaria inglese, con una parte anteriore e fari molto Morris Mini, e il meglio del design americano un corpo di forma aerodinamica e completato con tali alette dorsali tardi come caratteristiche dei grandi coupé e berline del tempo, come il Ford Fairlane proprio o Studebaker.

Lo sapevi che ...? Può la silhouette Conoscete Ford Anglia. E 'l'auto blu volante che appare nel film Harry Potter e la camera dei segreti.

Uno dei più curiosi dettagli della Ford Anglia era nella progettazione montante C e pendenza invertita del lunotto. Secondo la pubblicità del tempo questo particolare design aveva un programma molto pratico: per assicurare che anche sotto la pioggia, il lunotto erano sempre chiara, per quanto possibile. Inizialmente è stato presentato come una berlina a due porte, ma in seguito anche venire una berlina familiare e un veicolo commerciale.

Mentre stavamo già accennato all'inizio questa Ford Anglia è stato un successo con più di un milione di unità vendute durante la sua vita commerciale, che non è molto se si considera che la vera bomba di Ford negli anni '60 è stato chiamato Cortina. E il successore e predecessore della Sierra Mondeo gestito l'impresa di più di due milioni di vendite in meno di un decennio. Erano certamente bei tempi per Ford ...

Fonte: Ford | Philseed | Wikipedia
In Diariomotor: Ford Thunderbird Sports Roadster Concept, un moderno un'asta classica | prototipo classica: Cadillac Eldorado Brougham Town Car (1956) | Mini Gatto (1961), per la vendita senza precedenti Mini Coupé Zagato


Toyota 2000GT (1967): lo sport che ha cambiato per sempre l’immagine della vettura giapponese

Erano gli anni '60, e il Giappone stava vivendo la sua particolare boom economico. Alimentata dalle esportazioni di elettrodomestici ed elettronica di consumo, lo stato in Giappone assomigliava a quella della Cina di oggi. Sapeva che potrebbero funzionare bene, ma non sono state prese sul serio e sono stati accusati di fare "gingillo". Per l'industria automobilistica nascente giapponese questa era un'immagine seria. Fino a quando la Toyota ha lanciato la 2000GT nel 1967, la macchina si fermò ogni critica bocca nel mondo automobilistico. E 'stato gli sport che hanno cambiato per sempre l'immagine della vettura giapponese e questa è la sua storia affascinante.

Il concetto di Toyota 2000GT

Nei primi anni '60, la sportiva giapponese era nella sua infanzia. La Toyota 2000GT e gli stranieri li hanno presi di sorpresa.

Nei primi anni '60, la miccia accesa sportività in Giappone. Il primo di due Gran Premi del Giappone - si è verificato nel 1963 e nel 1964 - sono stati un enorme successo. Il paese ha chiesto più veicoli sport utility, e Toyota ha iniziato a sviluppare la sua punta di sportività, che battezzato come 2000GT. Tuttavia, dobbiamo fare un paragrafo precedente, un aneddoto storico che dà senso alla sua nascita. Il progetto Z-Car - chiamato anche A550X - svolto in collaborazione con Datsun e Yamaha.

Datsun voluto sviluppare un potente biposto, e contratto con la Yamaha per questo. Sebbene i motocicli fabbricati, Akashi e poi avventurato in qualità di consulenti e ingegneri in progetti automobilistici. La Z-Car è stato progettato da Albrecht Goertz, un designer tedesco-americano di fama internazionale. Per motivi economici o strategici Datsun abbandonò il progetto. Solo un anno dopo, era la Toyota, che Yamaha contratto di servizi per lo sviluppo del 2000GT.

Anche i maggiori produttori europei erano in grado di distogliere lo sguardo quando la Toyota 2000GT è stato introdotto nel 1965.

Toyota attribuisce i suoi colpi Satoru Nozaki, uno dei design superiore responsabile per la Toyota al momento. Anche se alcune fonti sostengono addirittura che la paternità estetica del 2000GT dovrebbe essere condivisa, credo la sua ispirazione estetica era anche molto maggiore misura la Toyota Sports 800. Nel 1965 Motor Show di Tokyo, Toyota ha stupito il mondo con la presentazione di stordimento 2000GT. Il Giappone non aveva mai disegnato una macchina come equilibrata, così bella e raffinata estetica. Un vero gioiello.

L'auto che ha stupito il mondo

Il segreto estetica di Toyota 2000GT erano proporzioni quasi perfette. Il suo lungo cofano motore ha dato luogo a una cabina a forma di lacrima - l'autista era seduto quasi sull'asse posteriore della vettura. Le travi erano protetti da vetro e incrocio erano occultabile, dando alla vettura un forma estremamente aerodinamica e linee pulite. Niente fronzoli, niente ornamenti inutili. Nella parte posteriore, un semplice piloti rotonde e uno scarico centrale doppio mettere la ciliegina sulla torta di 4.17 metri.

Molti media del tempo rispetto al Jaguar E-Type, e ha sostenuto che era una GT fantastico.

Ma fu sotto la sua pelle dove la magia è accaduto: la Toyota 2000GT era una delle vetture più avanzate del suo tempo. Il suo telaio era un alluminio semimonoscocca, sul quale è montato il corpo in acciaio. Più di 50 anni fa già avuto cremagliera e pignone sterzo cambio sincronizzato cinque rapporti, dischi freno ventilati sulle quattro ruote o una sospensione completamente indipendenti su entrambi gli assi. Un meccanico autobloccante sull'asse posteriore incaricata di trasmettere efficacemente potenza a terra.

Il vero fiore all'occhiello è stato il suo motore. Sulla base del sei cilindri Toyota Corona, è stato ridisegnato completamente da Yamaha. Due litri di cilindrata, questo caratteristico DOHC sei cilindri aveva ed era alimentato da tre carburatori Solex 40 PHH doppio corpo. Una potenza di 150 CV a 6.600 giri al minuto era la stagione sensazionale, ma era la sua potenza specifica di 75 CV / litro così stupito. La Toyota 2000GT pesava 1.120 chili e la sua distribuzione del peso è stato quasi perfetto (49/51).

Nove unità note come MF-12 erano dotati di un motore più grande, a 2.3 litri e un singolo albero a camme.

Si sta accelerando a 100 km / h in 8,6 secondi e la velocità massima era 220 chilometri all'ora. All'interno, un tachimetro deficiente fino a 260 km / h ed un tachimetro che ha raggiunto 9.000 giri lasciato chiare intenzioni della vettura. Oggi siamo sorpresi del abbondanza di legno nel tuo dashboard. A quel tempo, tutti gli sport erano orgogliosi del legno al suo interno - oggi è in fibra di carbonio - oltre a Yamaha era un esperto nella gestione, grazie alla sua esperienza nella produzione di strumenti musicali.

Sulla carta, è stato tutto fantastico, ma la Toyota ha voluto dimostrare che la macchina era davvero speciale. E in quel tempo coinvolti nella testa la concorrenza. Nel 1966, una Toyota 2000GT è stato decorato con TRD verde e giallo partecipato alla Prove di velocità di Yatabe High Speed ​​Test Course, un enorme circuito ovale. Per 72 ore - 3 giorni - circolare ad una velocità media di 207 chilometri all'ora, battendo tre record mondiali per la velocità media e la creazione di altri record 13 senza subire un solo problema meccanico.

Alcune riviste hanno elogiato sia la sua dinamica hanno perso più potenza dal suo motore due litri.

Porsche ha costruito un anno dopo la Porsche 911R al fine di strappare alcuni di quei record per Toyota. Toyota 2000GT brillante vincitore della 24 Ore di Fuji incoronato anche nel 1967 e ha partecipato al Gran Premio del Giappone del 1966, raggiungendo il podio nella sua categoria. Si stima che circa 62 unità sono state esportate negli Stati Uniti L'utente non può sapere che Carroll Shelby ha elogiato in questo sport piccola giapponese, e preparato almeno tre unità per competere in concorsi organizzati dalla SCCA.

James Bond e gli unici due cabriolet 2000GT

Per il film James Bond "Solo due volte in cui viviamo" Toyota costruito due unità convertibili 2000GT. E 'stato uno dei primi esempi di product placement automobili asiatici, e ha contribuito a cementare la sua reputazione internazionale. Toyota ha costruito un 2000GT Targa, ma Sean Connery testa sporgeva troppo, e ha scelto una cabriolet. Una delle unità è nel MegaWeb Museo Toyota in Giappone, e Daniel Craig - l'ultimo 007 - ha chiamato la sua auto di Bond preferito. Quasi nulla.

La Toyota 2000GT oggi

oggi Toyota 2000GT Si tratta di una delle più preziose vetture di origine giapponese. La sua produzione artigianale è stata limitata a 351 unità e la sua storica importanza - per non parlare il suo bel design - hanno fatto il loro prezzo d'asta superiore a sette cifre e comodamente. Questo fantastico sport ha contribuito a cambiare completamente l'immagine di Toyota a livello globale, ha annunciato al mondo la sua competenza tecnica e Egli ha esortato i suoi concorrenti per sviluppare e lanciare sport simili. Datsun 240Z e la prima Nissan Skyline GT-R sono stati rilasciati poco dopo.

Il resto, come si suol dire, è storia.

Fonte: Toyota | R&T | Hemmings |
In Diariomotor:

Volvo 850 T-5R (1995): il mattone immagine Volo di Volvo cambiato per sempreFino agli anni '90 del secolo scorso, Volvo è stato associato a quelli grande famiglia, le prestazioni del flusso d'aria ...La speculazione in auto d'epoca: Bubble perché e come ci riguardaTi piace classico Porsche 911? Ti piace prima generazione della BMW M3? ¿...

Il ripristino di un 1400 speciale sedile B

Un utente Forocoches ha messo le foto del restauro della sua 1400 Sedile B Speciale, un modello molto famoso nel suo tempo, e una delle bandierine presso la sede del tempo, insieme con il Seat 600 e 1430 Sedile.

Questa vettura è stata caratterizzata da suo aspetto lussuoso e americano, v'è di più per vedere i dettagli cromati, i fanali posteriori e pneumatici bicolori in origine di allestimento. Era considerato una macchina di lusso, al momento, il "Haiga" Spagnolo. Dotare linea motore 4 cilindri 1395 cc. Sono stato in grado di sviluppare 44 CV a 4400 rpm. La velocità massima 120 chilometri all'ora, con un consumo medio di 11 litri.

Foto di prima e dopo:

1400 Sedile B Speciale

1400 Sedile B Speciale

Da Diariomotor vogliono sostenere tali iniziative, è molto bello che qualcuno dedicano gran parte del loro tempo libero e dell'economia come stai facendo restauri. Complimenti per il lavoro.

Via: Forocoches
Per maggiori informazioni: Piel de Toro


storia Plymouth Superbird EPA si è conclusa con muscle car

il US Environmental Protection Agency (EPA, Agenzia per la Protezione dell'Ambiente) è l'agenzia responsabile dello sviluppo della legislazione ambientale nel paese ed è l'organo che regola anche il rapporto dei veicoli per l'ambiente a livello politico. Hanno introdotto l'uso diffuso del catalizzatore negli anni '70 e hanno notato che il consumo medio dei veicoli venduti dai produttori che operano nel paese è limitato a 54,5 mpg (4,3 l / 100 km) entro il 2025.

E 'davvero divertente che erano i proprietari di un Plymouth Superbird, una macchina di muscolo di razza derivata dalla concorrenza. Il Plymouth Road Runner Superbird è stata approvata una macchina da corsa per la strada, un 1.920 unità di produzione limitati che Plymouth ha dovuto produrre per il pubblico di competere in NASCAR. Plymouth apparteneva Chrysler Group, e Superbird è praticamente identico al prodotto 1969 Dodge Charger Daytona.

storia Plymouth Superbird EPA si è conclusa con muscle car

Più sorprendente è stato l'imponente corredo del corpo, un fronte aerodinamico e enorme spoiler posteriore. Un dettaglio curioso si ritiene che la forma dello spoiler rispondere ad una formula aerodinamica complessa, quando nel 1990 è stato rivelato che aveva una forma tale per il tronco potrebbe aprire normalmente. Gli effetti di questo kit non è presentarono superato 140 chilometri all'ora. Il concorso Superbird ha raggiunto una velocità di circa 250 km / h in gara.

Si è offerta con tre motori HEMI V8, due unità di "base" 440 pollici cubici (7,2 litro) con potenza massima di 390 CV dichiarati nella versione Barrel 440-6. Tuttavia, il gioiello della corona è stato un pesante 426 "Elephant" (7,0 litri), la versione di cui strada - derivate direttamente dalle competizioni - ha dichiarato 425 CV. test Dyno hanno rivelato che la sua potenza, piuttosto è stato di circa 450 CV, la politica molto comune dai marchi al momento.

storia Plymouth Superbird EPA si è conclusa con muscle car

E per quanto riguarda l'EPA? Nel 1972, hanno commissionato uno dei suoi dirigenti, John Moran consiguiese una muscle-car di usare la sua prova di emissione in North Carolina. Il muscolo-macchina che proliferano i funghi ed i loro poteri (e le emissioni) ha fatto altro che aumentare. John Moran ha commissionato Ray Nichels - famosa auto costruttore e formatore muscolare - una macchina che consiguiese. Dato il precedente di sponsorizzazione dell'azienda in NASCAR Moran, ha voluto che il veicolo era una Plymouth Superbird.

Ray Nichels schiera un praticamente nuovo Superbird e adattato alle esigenze della EPA, accoppiando uno cambio manuale quattro rapporti, un alternatore ad alto rendimento, due batterie, una gabbia di rotolo e un sistema di alimentazione di combustibile origine in competizione. Sotto il cofano indossava il motore di base, un 375 CV 440-4. Prima di consegnare gli ha dato un tocco personale dipingendo in un bel colore, Ice Blue Metallic Poly.

storia Plymouth Superbird EPA si è conclusa con muscle car

Si ritiene che le prove EPA condotti con questa vettura provocato severe normative ambientali. Queste norme limitano il potere alla fine il muscle car introducendo Figura catalizzatore. La crisi del petrolio era il vero carnefice di un periodo d'oro per gli sport motoristici americani, e non più una triste ironia una delle muscle car più iconico e politicamente scorretto sarebbe contribuirvi.

In autunno 1973 l'EPA ha completato le prove con il Superbird, immagino un sacco di lavoro consisteva in laboratorio e qualche pista, e ha proceduto a conservarlo in un garage con solo 10.000 miglia sul contachilometri. E 'stato venduto all'asta nel 1979 con altri veicoli in un'asta di routine, in cui un acquirente afortunadísimo acquisita prezzo stracciato: 500 $. Nel 2006 è stato completamente restaurato ad uno stato di capriccio, come l'EPA ha usato nei primi anni '70.

La muscle car inavvertitamente contribuito alla fine della muscle car Sarà messo all'asta in meno di un mese Classic Car Show di Atlantic City. Il suo prezzo di partenza è di tre milioni di euro. E 'davvero una molto speciale, anche all'interno della Superbird, che sono difficili da ottenere una buona macchina. Con una tale storia e significato storico non mancheranno gli acquirenti, ne sono sicuro. Non siamo stati in grado di ottenere immagini di qualità superiore dell'unità in questione.

Fonte: Jalopnik
In Diariomotor: Eco Dodge Challenger, la muscle car può anche essere ibrido | Chevrolet Camaro, la storia Mito: anni '60 e '70, ai tempi della macchina di pony | HPP Daytona Challenger, un guardare indietro

C'era una concessionaria europea classica abbandonata in Giappone

abortito

100 auto d'epoca nascosti in una stalla: la scoperta milionario dell'anno

classici

A 180 chilometri all'ora per il centro di Madrid, in una sede 124

La storia della fattoria che ha tenuto preziose auto d'epoca all'interno

Ferruccio Lamborghini, il "contadino" che ha venduto la sua Ferrari

Che stava trasportando una McLaren F1 a 90


Nissan Skyline GT-R NISMO 400R (1997): R33 migliore mai creato?

il Nissan Skyline saga è forse meglio rappresenta sportività giapponese. Egli nata negli anni '60, ma il suo picco di popolarità erano gli anni '90, un decennio in cui coesistevano tre generazioni mitiche: R32, R33 e R34. Quando il nome è stato accompagnato da Skyline GT-R significa, sapevamo le cose stavano andando a fare sul serio ... fino a quando fu NISMO. Nissan preparatore ufficiale ha vissuto la sua epoca d'oro, creare le migliori vetture di origine giapponese. il Nissan Skyline GT-R NISMO 400R E 'stato forse il suo migliore creazione.

Solo 44 unità sono state costruite, ma la macchina era estremamente popolare grazie al videogioco Gran Turismo.

La Nissan Skyline GT-R NISMO 400R è stato rilasciato nel novembre 1997 in un numero molto limitato. Davvero limitata: solo 44 unità sono state prodotte. Oggi, è un moderno classico collettore, il cui valore non fa altro che apprezzare. La ragione per la sua liberazione è stato quello di pagare il successo omaggio in concorso e Nissan NISMO nel 1995 e 1996, in particolare a Le Mans. La Nissan Skyline GT-R NISMO 400R Si basava sulla GT-R V-spec, già la massima evoluzione di GT-R, apertamente concentrata ad un circuito di utilizzo.

Un NISMO non sembrava abbastanza. Essi mostrando la sua ossessione giapponese con i dettagli e il massimo delle prestazioni, hanno creato una macchina quasi completamente nuova a partire dal V-spec. Una vettura che avrebbe il canto del cigno della R33 Skyline, dal momento che nel 1998 sarebbero stati lanciati la R34, l'ultima generazione di utilizzare il nome Skyline, almeno in queste latitudini. Anche se NISMO si impegna anche in kit estetici per vendere i SUV, non dobbiamo dimenticare la sua eredità, e questo capolavoro su ruote era una delle sue migliori creazioni.

Non è un argomento: la concorrenza DNA

NISMO mosso cielo e terra per fare questa strada Skyline R33 il migliore mai creato.

La prima cosa che fece fu parlare con NISMO Reinik, la divisione interna di Nissan Powertrain responsabile della produzione di motori da competizione. Invece di utilizzare il motore di RB26DETT - uno dei più leggendari motori giapponesi di tutti i tempi - Hanno usato la loro versione da corsa, chiamato RB-X GT2. Questo motore è stato utilizzato da Nissan a Le Mans o Pikes Peak, senza andare oltre. I suoi turbocompressori erano più resistenti, e il design utilizzati sia isolato e rinforzato componenti interni progettati per sopportare i rigori delle corse.

Rinforzato montato su supporti, lo spostamento di questa linea sei era di quasi 2,8 litri. Invece di 280 CV che ha sviluppato il GTR con il motore RB26DETT, RB-X GT2 sviluppato 400 CV a 6.800 giri e una coppia massima di 470 Nm a 4400 rpm, con turbocompressori soffia a 1,1 bar di pressione. sistema di raffreddamento tutta la vettura è stata modificata, e albero potere divenne fibra di carbonio anziché in acciaio. La frenatura, sospensione, esaurire la sua linea ... tutti passati attraverso le mani di NISMO.

1.550 kg, è stato in grado di accelerare a 97 km / h in 4,0 secondi, e battere qualsiasi altro circuito GT-R.

La sua larghezza pista era 50 mm più larga, alcuni componenti della sospensione anteriore sono stati costruiti in fibra di carbonio. La lista è estese modifiche meccaniche, e si può controllare il file NISMO a questo link. Esteticamente, la vettura anche in modo chiaro differiva dagli altri Skyline GT-R. Il suo equipaggiamento di corpo era specifico, con l'obiettivo di migliorare il raffreddamento del motore. E 'stato venduto nei colori esclusivi, la più intensa e ricordato dal colore giallo pubblico.

Nella serie Gran Turismo è stata una delle vetture più difficili da ottenere quasi quanto nella vita reale. Già è comparso nel primo gioco della serie, ed era semplicemente imbattibile in pista. Quasi quanto in realtà: il suo sistema AWD ATTESA E-TS PRO con differenziale autobloccante permesso una prestazione impressionante, la versione 400R aveva anche ulteriori grazie ai pneumatici Sezione 275 mm montato su ruote NISMO LM / GT1 lega leggera di alluminio forgiato. E 'stato piuttosto un atleta.

Vuoi ancora di più?

EVO ha registrato un fantastico video in cui diciamo al esperienza di guida a bordo di questa bestia speciale. Se c'è qualcosa che dovrebbe rimanere questo test è la conclusione. Una perfetta combinazione di efficienza moderna, con una vera sensazione della vecchia scuola. Una sterzata pesante, un ritorno, un suono maleducato ... ma alcune caratteristiche che ancora stupiscono oggi. Ci sono l'elettronica, ma non abbastanza per offuscare l'esperienza di guida. Da non perdere.

Fonte: NISMO | EVO
In Diariomotor:

Nissan Skyline GT-R R34 a R35 Nissan GT-R: può il figlio prodigo battere il suo padre?Se c'è una macchina che appaiono accanto alla definizione di grado in ...risultato classico, Nissan Skyline GT-R 1970 completamente restauratoIn questi tempi non è facile trovare un coupé con quasi 40 ...

Visita al museo della Mercedes a Stoccarda (I)

Dopo Ginevra, ho deciso di avvicinarsi alla città tedesca di Stoccarda. Un po 'meno di 500 km che separano la città svizzera di una delle "mecche" della vettura, una città tedesca che ospita due dei produttori più prestigiosi del mondo: Mercedes-Benz e Porsche. E, naturalmente, non potevo lasciare lo stato del Baden-Württemberg senza visitare il Mercedes Museum. Questo tempio per la ventola di marca si trova alle porte della principale fabbrica Daimler di Stoccarda-Untertürkheim.

Sono venuto al museo in auto e allineando il viale dove la prima cosa che ha attirato la mia attenzione si trova erano test due muli. Non ho potuto fare foto ma erano due prototipi molto mimetizzati, un grande SUV e una coupé compatta. Lasciando da parte questa curiosità, entrato nel parcheggio, che sta cominciando a farsi notare l'atmosfera del museoCi sono diversi prototipi di intelligente di cui il parcheggio, oltre al concetto di visione di CLS 2003 e una trave di Mercedes 190, che non fu mai prodotta versione.

Egli avrebbe potuto entrare attraverso il parcheggio al museo, ma ho voluto andare fuori per apprezzare l'imponente edificio in tutta la sua grandezza. Esso ha una simile ad un blocco di appartamenti alte circa otto piani. E 'stato progettato dagli architetti olandesi UNStudio. La costruzione iniziò nel 2006 ed è stato completato alla fine dell'anno, per essere inaugurato prima dell'entrata 2007. Il suo aspetto è impressionante, e combina perfettamente acciaio, cemento e vetro, il raggiungimento di un impressione visiva tecnologico e futuristico.

Sono 16.500 m2 di spazio espositivo, suddiviso in sei altezze, con camere più piccole intermedie. La collezione permanente di oltre 160 veicoli ed è affermato di essere monomarca "villaggio" del museo al mondo. Dopo il servizio fotografico in questione, ha lasciato il suo cappotto nell'armadio e entrò nella sala. Ingresso con audioguida - un must - ci sono otto euro, ma se sei uno studente e mostrare un accreditamento si un foglie di prezzi di sconto rendono quattro euro miseri.

il sala principale museo merita diverse linee, è molto alta ed è un grande spazio completamente vuoto. Un tetto di vetro dà po 'di luce naturale, mentre due ascensori - lo stile che è apparso in Minority Report - simmetriche su e giù da due corsie. Come precedentemente commentato, sono sei piani di esposizione, si riparte dal sesto piano e torna fino al piano terra. Per vedere bene, considerando tutte le spiegazioni, si può prendere a casa tre o quattro ore.

La storia di Daimler e Mercedes è la storia stessa dell'automobile, dal suo inizio assoluto. Si comincia con un modello di un cavallo, e una citazione dal imperatore di Germania alla fine del 1880: "Credo nel cavallo, la macchina non è un fenomeno transitorio." Ero un po 'uomo sbagliato. Nella prima sala i primi veicoli Benz sono esposti, il famoso triciclo brevettato nel 1885 - considerata la prima vettura al mondo - è il protagonista. Il suo motore a quattro tempi era di 0,5 CV.

modelli più avanzati, come la Benz quadriciclo presentato all'Esposizione Universale di Parigi nel 1889 è venuto a sviluppare 1,5 CV dal suo motore di 565 cc e un singolo cilindro. È sorprendente vedere questi veicoli, poco più di carrelli motorizzati, che non erano nemmeno in grado di raggiungere i 20 km / h. Sullo stesso piano si può contemplare altre applicazioni, come la prima barca con motore a combustione interna, o il primo camion, che pur avendo 5.6 CV poteva trasportare 1.250 kg di merce.

Espone anche il primo motore boxer la storia, progettato da Wilhelm Maybach, Karl Benz partner industriale, con 1.728 cc sono stati raggiunti solo 5 CV a 940 giri al minuto, ma la base per sviluppi futuri sat. Prima di andare giù un piano, uno sguardo a soli 15 anni di storia dell'automobile e rende chiaro il incredibile evoluzione che è stato sperimentato, nei primi anni del ventesimo secolo vetture già avevano un aspetto distinto e anche cominciato ad usare i volantini per sterzare le ruote.


Al quinto piano un paio di veicoli, con particolare attenzione nel primo decennio del XX secolo e parte del secondo, fino allo scoppio della prima guerra mondiale, quando i fabbricanti d'automobili avevano riconvertito alla produzione di armi sono esposti. Che occupa il cavalletto centrale è 1902 Mercedes-Simplex, la prima ad adottare il nome di Mercedes. Questo roadster sport aveva un motore a quattro cilindri che ha 80 CV a 1100 rpm, basato 6785 cc cilindrata. Già raggiunto l'80 km / h.

Altri veicoli altrettanto impressionante sono esposti qui Benz 18 PS Doppelphaeton, in competizione con Mercedes Daimler: Daimler Benz allora e sono stati due società concorrenti avrebbero fondersi negli anni '20 in modo efficace. Ma forse l'altro classico più spettacolare è la Mercedes 75 PS Doppelphaeton con la sua struttura convertibile e le sue due enormi file di sedili. Il suo motore 10.180 cc consegnato 75 CV a 1.300 giri al minuto, sufficiente per una corsa vertiginosa di 95 km / h. Nel 1908.


Una stanza in allegato a questa galleria di classica ci porta a incontrare Sempre più viaggiatori Mercedes. Dal primo autobus Daimler-Milner 1907 e aspetto insicuro al moderno Mercedes Travego, un bus di 55 posti con le più moderne tecnologie disponibili nel settore. Nel mezzo, c'è spazio per le autovetture in circolazione con il carattere particolarmente rutero. Un membro di spicco di questa stanza è la Mercedes-Benz 320 Limousine, con un corpo estremamente elegante e aerodinamico.

L'audioguida spiegato che il costo era due volte Mercedes 320 senza il corpo. L'idea era quella di sfruttare la nuova autostrada, senza limite di velocità per un veloce, confortevole e il consumo di carburante senza troppa viaggio. Si tratta di un veicolo del 1939, e portato un motore a sei cilindri e 3.408 cc motore in linea con 78 CV. La sua velocità massima è 136 chilometri all'ora. Ma senza dubbio la star di questa stanza è fantastico per me Mercedes-Benz 300 SEL 6.3, le unità esposte risale al 1972.

Questa berlina di lusso autentico aveva un prezzo molto più elevato rispetto ai suoi concorrenti, ma giustificato con apparecchiature fuori serie che comprendeva sedili in pelle, cambio automatico e cruise control. Con acri di interni viaggi nello spazio potrebbe essere molto piacevole e veloce. Rapidi grazie al suo motore V8 di 6,3 litri e 250 CV, con il titolo di berlina più veloce del mondo ha permesso, raggiungendo una velocità massima di ben 220 km / h.

Interessante è anche il Mercedes serie 300 TD di W123, reputato come una delle vetture più affidabili e longevi della storia. Una famiglia fatta per durare centinaia di migliaia, addirittura milioni di chilometri con un indistruttibile motore diesel cinque cilindri in linea, cilindrata 3,0 litro e 90 CV. L'introduzione del W123 Tenuta è stata la prima incursione classici segmenti della famiglia Mercedes in cui Volvo era stato un pioniere nell'adattare un concetto di business per il trasporto passeggeri.

Tornando alla mostra principale, siamo scesi un piano e ci mettiamo in tra le due guerre, una giornata nuvolosa per l'Europa, che è stato caratterizzato da momenti ottimistiche e alcuni molto pessimista negli affari politici. In ogni caso è stato un momento di cambiamento per l'azienda, infatti, nel 1926 c'è stata una Benz necessaria fusione tra & Cie. e Daimler-Motoren-Gesellschaft, formando il familiare Daimler-Benz AG, che non avrebbe cambiato il suo nome alla 90 già entrato.

Tra le vetture esposte su questo piano tra le due guerre ci sono alcuni denominatori comuni, come l'uso dei compressori per motori di automobili oi primi motori diesel commerciali. Tra i miei punti forti è la Mercedes Type S e in particolare la SSK. I loro stand per Super-Sport-Kurz, uno SWB sportive progettato per competere in gare aumentano, classici come la Mille Miglia e di offrire il proprio spettacolo che è stato travolgente per il momento.


Il suo motore 7065 cc, sei cilindri normalmente fornito 170 CV, ma premendo una leva portante compressore si alzò e potere automaticamente aumentata a 225 CV. Nonostante i pneumatici stretti o assenza di cinture di sicurezza, questa preziosità di cui solo 35 unità sono state prodotte tra il 1928 e il 1932 fu in grado di toccare la punta delle dita 200 chilometri all'ora. Ha guidato nella sua versione light (1.500 kg) da Rudolf Caracciola era imbattibile nel concorso.

Aveva esposto una versione meno sportiva della SSK, una S Type 75 CV. Il 10/40 Roadster anche catturato la mia attenzione quando si vede prima di un elegante Mercedes 500K Roadster 1936. Questa icona di eleganza ha finiture che rendono le auto di oggi girano progettazione pallida e sofisticato ispirato a classici americani del tempo, con le ali lunghe e linee morbide, con poche angolazioni. rivestimenti in pelle pieno, il legno sul cruscotto o in controluce strumentazione erano solo pochi lussi.

Questo ricco macchina era molto pesante, solo il telaio nudo superato 1.700 kg, quindi sono stati necessari motori potenti. Con 5.014 cc ed un compressore ottenere 100 cavalli di potenza, sufficiente per circa 160 km / h in ottime condizioni. Questa vettura aveva una ricca evoluzione chiamato 540K 400 cc di potenza addizionale potrebbe già raggiunto 160 CV. Un 580K con 200 CV è venuto a sviluppare, ma qualche evento storico interferito con piacere di guida verso la fine degli anni '30.

Alcuni motori degli aeromobili sono appese sul soffitto di questa sala, sempre senza fare riferimento ai militari, tranne in un caso, DB 601 A, il primo motore con iniezione diretta storia. È stato montato sulla Me 209, la tecnologia è stata progettata per mantenere le prestazioni a varie altezze e non soffocare il motore volante capovolta o con grandi forze G. Con dodici cilindri e circa 34 litri di cilindrata, la potenza era solo 1.100 CV erogati a 2.400 giri al minuto.

Non siamo riusciti a uscire da questa stanza senza prendere un ultimo sguardo a Grosser Mercedes 770K, un opulento cabriolet 155 CV, in cui Hitler ha costruito la sua vettura ufficiale. Diesel anche svolto un ruolo importante in questo momento, il primo camion diesel di Mercedes è stato lanciato nel 1923, o 200, che trasportava due tonnellate al massimo e oggi sarebbe considerato poco più che un furgone. Era presente anche il 260 D, la prima auto diesel di passeggero, di cui abbiamo parlato in profondità.

Nella seconda parte si continuerà il viaggio attraverso la storia di Mercedes-Benz, abbiamo lasciato un attimo prima dell'inizio della seconda guerra mondiale. Restate sintonizzati.

(*) Nota: aggiornare la galleria domani e Domenica.

Visita al museo della Mercedes a Stoccarda

Fotografie: Sergio Alvarez González
In Diariomotor: Visita al Museo Mercedes di Stoccarda (II) | Visita al museo della Mercedes a Stoccarda (III) | Nuova Mercedes-Benz Museum | Porsche inaugura la sua spettacolare museo di Stoccarda | Esposizione 100 anni di Ferry Porsche presso il Museo Porsche di Stoccarda


Gunther Werks 400R: Se Porsche aveva costruito una 993 GT3 RS, sarebbe stato come questo gioiello

Singer non solo l'uomo vive. Questo è ciò che si dice in Gunther Werks, una di quelle carrozze, Ateliers Porsche 911 sulla base di modelli classici, creare macchine ad alte prestazioni con disegni meccanici e aggiornate. Cantante progettazione dei veicoli sono basati su una Porsche 964 e 911 creare una performance brutale bestiali, apertamente alla ricerca di un look retrò. Gunther Werks hanno seguito un approccio diverso. Hanno cercato di rispondere a una domanda che molti avevano fatto: Come sarebbe stato una Porsche GT3 RS 911.993? il Gunther Werks 400R E 'la tua risposta meravigliosa.

La prima cosa che avete fatto in Gunther Werks è stata la rimozione del BOXER Porsche 993 che hanno usato come base e trasformare completamente il motore. Il motore originale hanno lasciato solo alcune parti del blocco. Le testate sono nuove parti fattura, pistoni Mahle sono forgiate, Crankshaft proviene da una pompa dell'olio raffreddato a liquido 4,0 boxer proviene da un GT3 moderna e bielle sono firmate da Camillo. Non rubare potenza dal motore, la pompa del servosterzo e compressore dell'aria condizionata sono elettrici, e sono stati spostati nella parte anteriore del veicolo, sotto il cofano.

servosterzo, aria condizionata compressore, ora sono motivi elettrico di riduzione del peso. Anche la batteria è agli ioni di litio.

L'ingresso è in fibra di carbonio, e sono installati diversi radiatori dell'olio aggiuntivi. Il condotto di scarico è stato fabbricato a mano ed ha un tranquillo modo "silenzioso" e sviluppare 30 CV inferiore al modalità Sport convenzionale. Il risultato è che il motore boxer raffreddato ad aria cubi ora 4,0 litri e sviluppa una monumentale 431 CV a 7.800 giri al minuto, con una forte coppia di 427 Nm. Tutto questo potere va all'asse posteriore attraverso il cambio della Porsche 993 Carrera 2 in questa preparazione si basa, da un leggermente più lungo prima e la sesta marcia.

Un livello di telaio, non ci molto profonde modifiche di questa 911. Dopo aver rimosso tutti i pannelli della carrozzeria, Gunther Werks la fibra di carbonio modificato e ricreato, aumentando di alcuni centimetri la larghezza della vettura. larghezza frontale modo viene modificato - infatti, la carreggiata è superiore anche a una 911 RS GT3 correnti - limitare sottosterzo della Porsche 993, utilizzando sospensione ancore Porsche Motorsport 993 usato in gara. Non c'è da stupirsi quindi che più tardi Gunther Werks 8 mesi per costruire un'unità, il cui prezzo parte da $ 680.000.

Solo 25 unità verranno prodotte in un molto più alto di mezzo milione di euro.

Il risultato è sorprendente: uno sguardo Porsche 993 assolutamente radicale, allargato, con un design più aggressivo, prestazioni di spazzamento, ma ancora perfettamente riconoscibile come una Porsche 993. In Gunther Werks voluto la funzione è dettata dalla forma della vettura, e hanno catturato perfettamente lo spirito della RS alleggerito Porsche. Il peso finale della vettura è a soli 1.250 chili, e questo contribuisce non solo il suo corpo in fibra di carbonio, ma il loro baquets fibra di carbonio proprio sviluppo. Essi sono stati rimossi e sedili posteriori sono anche installati stuoie in fibra di carbonio.

Si tratta di un vero gioiello.


gloria ritorna Lamborghini Miura P400 SV prezioso 1971

Vi ricordate il Lamborghini Miura Lamborghini Polo Storico salvato e restaurato l'anno scorso? Era una copia del 1971 Miura P400 SV lo stesso con il numero di telaio # 4846 era presentata al Salone di Ginevra 1971. Il marchio è stato ripristinato uno stato eccezionale, in quanto avrebbe lasciato la fabbrica di 45 anni fa. La relazione su questo restauro si può leggere a questo link. Per ora, vi lasciamo con un piccolo video che segnano Sant'Agata ha preparato questa bellezza.

Lamborghini restituito al suo splendore la prima Miura SV, con la quale ha stupito il mondoLamborghini PoloStorico è la divisione del classico Lamborghini. Anche se solo si ha il 50 ye ...

Ferrari Testarossa quattro per il prezzo di uno: qui è qualcosa di sospetto

Naturalmente c'è qualcosa di sospetto. E 'difficile da trovare quattro Ferrari Testarossa in vendita in una confezione, e straniero è quello di richiedere solo $ 145.000 per quattro auto. Si parla di poco più di 30.000 euro per auto. La lista ha annunciato che questi quattro vetture hanno bisogno di lavori di restauro, in misura maggiore o minore, e alcuni di loro sono stati disoccupati per anni. Due i modelli 1988 e due 1991 anno modello sono venduti in confezione indivisibile, come ad esempio i succhi di frutta.

Testarossa aveva un motore dodici cilindri capace di sviluppare 390 CV.

Dei quattro auto in vendita in Canada, uno di loro sembrano essere stati un chiaro caso di "Ferraritis", cioè del motore di fuoco. Si tratta di una delle due macchine rosse. L'incendio è stato contenuto, e il corpo è più o meno intatta ad eccezione di alcuni pannelli. Sembra chiaro che è un candidato per lo swap del motore o il ripristino molto più in là, dubito che ciò che resta del suo motore è salvabile. L'altra Ferrari rossa ha pezzi di colori diversi sul tuo corpo, e pezzi mancanti.

Tuttavia, il motore sembra nuovo, e sembra che è stato anche bruciato con il fuoco, ed è in fase di restauro. E 'chiaramente l'auto che ha bisogno di più lavoro. Le due unità neri sembrano in buone condizioni. Fatta eccezione per alcuni dettagli del corpo, uno di loro sembra pronto a tornare in piazza, dopo un buon setup. La seconda macchina nera sembra essere stato vittima di un furto con scasso: mancano alcune luci e il piantone dello sterzo interno.

Questo è quello che faccio con queste due vetture: avrebbe utilizzato parti dei due Ferrari rosso per rimettere in circolazione Testarossa nero, e il telaio del Testarossa più deteriorata, installare un buon V8 americano. Un semplice e affidabile per fare giganteschi roadtrips nessun accenno di problemi al motore. ¿Sacrilegio? No, hanno donato pezzi da rimettere in circolazione due cavallino. Essi meritano ri-shoot, anche con un alieno fantastico motore V12 180 cavallo sull'origine.

Fonte: Bat
In Diariomotor:

Sonny Crocket Toast! Un'asta Ferrari Testarossa Miami ViceDicono che sarebbe stata l'Enzo Ferrari stesso che aveva proposto questo ...Se sei il più grande capitale d'Italia (e il tuo cognome Agnelli) non si può guidare una Ferrari qualsiasiGianni Agnelli era uno degli uomini più potenti moderna Italia, e ...

Fiat 126 “Maluch” l’auto del popolo polacco

E 'probabile che per la maggior parte di voi la Fiat 126 è un completo sconosciuto, nato come il successore del Fiat 500 mai avuto modo di godersi la fama del suo predecessore, tranne in alcuni paesi dell'Europa orientale, dove è stato fabbricato fino al 2000. qualche avido lettore vedrà in silhouette tagliare anche una Fiat 127. Ma il fatto è che questa piccola utility significava polacco un fenomeno in Polonia paragonabile solo alla Seat 600 in Spagna, la Citroen 2CV in Francia o Volkswagen Beetle in Germania.

il Fiat 126 anche affettuosamente conosciuto come Maluch, il cui significato letterale della lingua polacca è "baby" (ovviamente per le sue dimensioni), ha iniziato la produzione nel 1972 nello stabilimento della Fiat di Bielsko-Biala (Polonia) e poi continuare a Tychy, in cui attualmente produce la nuova Fiat 500. Poiché si tratta di un'utility molto economico, sarebbe presto diventato una delle auto più popolari e probabilmente il più importante degli anni '80 in Polonia.

Durante la guerra fredda e sotto una pianificata dal sistema comunista e la protezione dell'economia sovietica, la Fiat 126 ha affermato di essere la vera macchina motorizzare il popolo polacco e le famiglie della classe media in Polonia. E così è stato. Come qualche nostalgico ricordo ancora le vacanze delle famiglie a bordo della spagnola Seat 600, l'immagine di una famiglia polacca con le valigie caricate sul tetto della sua Fiat 126 era molto comune nella strade del paese.

La Fiat 126 è stato inizialmente costruito basato sul classico Fiat 500 mantenendo il suo telaio e disponibile motore posteriore a trazione posteriore. Ovviamente intero corpo viene modificato in modo che sembra una Fiat 127 in miniatura a due porte. Il primo motore è stato un modesto 594 cm3 homologaba solo 23 CV.

La produzione della Fiat 126 in Italia si fermò nel 1973, ma non in Polonia, dove ha continuato la produzione fino all'alba del XXI secolo. Il suo nome ufficiale è capitato di essere poi il 126p Fiat Polski, anche se visto il successo che aveva ammesso come Fiat funzionario ha anche il nome di Maluch, che è come davvero ancora conosciuto fino ad oggi.

Gran parte del 2000 definitivamente cessato la produzione della nuova Fiat 126p Polski dopo 4,673,655 unità, di cui 3.318.674 sono stati assemblati in Polonia. Sorprendentemente anche la Fiat 126 ha avuto l'opportunità di competere in gare su circuito e rally grazie ai preparativi a tal fine. Oggi si può anche ottenere repliche sulla base di una Maluch originale per competere in prove di veicoli storici e classici.

E questa è la breve storia della vera "auto del popolo polacco", la Fiat 126. Tale fu il successo che oggi è ancora comune per incontrare un Maluch sulle strade, e, soprattutto, tutte le città polacco, dal momento che questa piccola utility rimane un'alternativa economica per i vostri viaggi brevi di tutti i giorni.

Anche se non è successo come macchinari visto in Polonia, la Fiat 126 è stato commercializzato e ha ricevuto il suo soprannome corrispondente in altri paesi, di solito in Europa orientale. i soprannomi Peglica (Small ferro) in Serbia e Croazia, bolha (Fly) e kalimero (Con il personaggio dei cartoni animati) in Slovenia, Kispolszki (Piccola Polonia) in Ungheria, bambino (Child, in italiano) in Germania o Polaquito a Cuba.

Fonte: Wikipedia
Foto: Netcarshow
In Diariomotor: Seat 600, l'auto che ha motorizzato la Spagna | Citroen 2CV, "quattro ruote sotto un ombrello"


Page 7 of 9123456789